Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per consentire la fruizione ottimale del sito.

Denominazione Comunale di Origine (De.C.O.)

Data ultima modifica: 16 luglio 2012 - Marchi di Tutela

La De.C.O. (Denominazione Comunale di Origine) è un marchio che può essere attribuito da un Comune per il riconoscimento, la promozione e la tutela di prodotti agroalimentari o artigianali locali e caratteristici che vengono realizzati nell’ambito dei confini comunali. In questo modo, il Comune assume un ruolo di primo piano nell’attività di marketing e certificazione delle eccellenze locali.

Il marchio De.C.O. viene attribuito in seguito a delibera del Consiglio comunale che, tramite appositi Regolamenti e Disciplinari, deve anche stabilire le regole nella gestione dell’uso del marchio e la caratterizzazione del prodotto in questione. Inoltre va istituito un apposito Registro o Albo comunale di quei produttori che possiedono le caratteristiche per realizzare e commercializzare i prodotti contrassegnati dalla Denominazione Comunale di Origine.

Dal punto di vista giuridico, il marchio De.C.O. si può considerare “un marchio privato ad uso collettivo”, di proprietà del Comune ma che può essere utilizzato dai privati i quali, aderendo al Disciplinare di produzione ed al Regolamento Comunale di uso e gestione del marchio, dimostrano di avere i requisiti necessari per iscriversi nel Registro dei produttori.

I Disciplinari di produzione e i Regolamenti approvati non devono adoperare le definizioni di “Prodotto tipico“, di “Prodotto di qualità” o di “Certificazione” in quanto questi ultimi rispecchiano la specifica normativa comunitaria e nazionale nella quale il prodotto a marchio “De.C.O.” non può identificarsi pienamente.

Proprio perché è rilasciato a livello comunale, non esiste un logo unico ma esistono marchi specifici di ogni Comune che vengono depositati presso la Camera di commercio di riferimento. I controlli sono effettuati periodicamente da ispettori accreditati presso il Sincert (l’organismo nazionale che forma queste figure professionali).

Oggi sono più di 240 i Comuni che hanno adottato il regolamento per l’istituzione della DE.C.O. Alcuni prodotti che possono fregiarsi di questo marchio sono le Prugne di Terranova, la Cipolla bianca di Comiso, le Patate di Martinengo, la farina di Castegnato, il Carciofo di Lecce, iLimoni di Procida, il Peperone quadro di Francolise, l’Acqua di Recoaro, il Cioccolato tradizionale di Modica.


Denominazione Comunale di Origine (De.C.O.)
Fonte normativa:
Legge 8 giugno 1990 n. 142