Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per consentire la fruizione ottimale del sito.

Le Pincinelle

Data ultima modifica: 7 gennaio 2013 - Marche, Ricette Marche

Le Pincinelle

Le Pincinelle sono degli spaghetti che tutti gli appassionati di pane e lievitati devono assolutamente provare. Si tratta di una specialità tipica delle Marche ma preparata anche in altre regioni d’Italia e conosciute con diverse denominazioni:

  • “Cordelle” per le nonne marchigiane;
  • “Pincinelle” a Fabriano;
  • “Pencianelle” a Sassoferrato;
  • “Pence ” a Matelica;
  • “Monfricoli o Surci “a Campodonico.

Quando nelle campagne si faceva il pane, in genere una volta a settimana, si lasciava un pò di massa e si facevano questi spaghettoni che poi venivano tagliati ad una lunghezza di circa 10 cm e conditi con un sugo di pomodoro (sugo finto) e pecorino.

Donatella Bartolomei, la lettrice di ProdottiRegionali.net che ce li ha segnalati, assicura che sono buonissimi e semplici da cucinare. Consiglia di lasciare un pò di impasto da parte, prima di fare la formatura finale del pane.

Categoria: Primi
Origine: Marche
Dosi per: 4 persone
Costo: Basso
Tempo di cottura: 3/5 minuti
Difficoltà: Bassa


Ingredienti

– 550 gr pasta lievitata per pane
– pomodoro;
– odori (carota, sedano e cipolla);
– Formaggio Pecorino


Preparazione

Prendere l’impasto (per 4 persone serve circa 550 gr. di pasta di pane) e stenderlo ad uno spessore di circa 5mm. Tagliare delle striscioline larghe circa 3 mm e arrotolarle sul piano, riducendole ad una lunghezza di 10 cm circa. Lasciarle riposare un pò e poi cuocerle in acqua bollente per 2 minuti.

Scolare e condire a piacimento. La tradizione vuole con un sugo di pomodoro o “sugo finto (*) e pecorino, meglio se Pecorino dei Monti Sibillini.

(*) Per il “Sugo finto” si trita a coltello del lardo con gli odori: carota, sedano e cipolla, si fa rosolare in un tegame di terracotta e si agguingono 2 cucchiai di passata di pomodoro.

Buon appetito!


Ricetta proposta da: Donatella Bartolomei
Sito web: http://ingredienteperduto.blogspot.it
Facebook: www.facebook.com/
Twitter: https://twitter.com/